La parola taciuta

Poesie tratte dal libro La parola taciuta, Italo Bonassi, Mercurio, gennaio 2013 (Copyright © 2013 Italo Bonassi. Tutti i diritti riservati. É vietata la riproduzione anche parziale dei testi)


Il pensiero del poi

Acuto come una sofferenza
il pensiero per noi del dopo. Zitto,
guardo le barche perdersi lontano,
nella mortalità del tempo. Vele bianche
nella brezza di un mare senza pace.
Cresce in noi il ricordo,
senza dolore o gioia, del poi,
parole di silenzio, di buio,
voci del tempo di un aldilà in fieri.

Entro nel mio avvenire
in un brivido lieve di follia,
come una vela che lascia la sua riva
verso un tramonto che non ha mai fine.
Chiamalo sogno, ma per me è poesia.

Torture di luce

Magnifica ossessione d’angoscia
che mi risucchia nella luce
fantastica del mio futuro.
Mi immedesimo nel mio domani,
nei sentimenti inceneriti dal tempo
che mi travolge gradatamente.
Sogno splendide torture di luce
nell’assurda spirale del mio buio
impenetrabile. E uno
stupefacente senso di morte
mi si confonde nella vita.
Ho una sconvolgente sete di vivere
e mi bevo la morte, a basse dosi,
per assuefarmi al suo aroma.

Annunci

5 thoughts on “La parola taciuta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...